Sudoku spread

Pagina aggiornata in luglio 2017
Per alcune riviste ho composto dei giochi su schema, cioè su una griglia tipo scacchiera. E anche degli schemi di sudoku. E’ semplice comporre schemi di sudoku senza troppe pretese: si trova una combinazione che sia plausibile come soluzione, e si comincia a togliere qualche numero. Si prova a risolvere; se la soluzione arriva, ed è unica, si prova a togliere qualche altro numero, e così via, fino a quando si decide di fermarsi, e si pubblica l’ultimo schema testato. Però poi ci sono tante varianti per le quali non è così semplice creare lo schema, e soprattutto se si vuole creare un problema tosto, non basta cancellare numeri a caso.
Io ho inventato una variante del sudoku, che ho chiamato spread, e vi assicuro che creare uno schema è stato per me molto laborioso. Intanto ecco le regole. Scelgo due coppie di numeri, ad esempio per questo primo schema ho scelto 1-9 e 2-8. E in ogni riga e in ogni colonna faccio la somma di tutti i numeri che in quella riga o colonna si trovano in mezzo fra l’1 e il 9. Ad esempio, se in una riga ho nell’ordine 258613974, il solutore troverà scritto all’esterno a sinistra il valore 3, poiché fra 1 e 9 c’è il solo 3; se in un riga ho nell’ordine 258974316, il solutore troverà scritto 14, poiché fra 1 e 9 (anzi, in questo caso, fra 9 e 1) ci sono 7 4 3, e 7+4+3=14; nel caso che 1 e 9 siano uno nella prima e uno nell’ultima casella, il solutore troverà scritto 35, in quanto 2+3+4+5+6+7+8=35. In quest’ultimo caso, risolvendo, so solo che 1 e 9 occuperanno la prima e l’ultima casella della riga (o viceversa), e quindi posso solo scartare i numeri da 2 a 8 per queste due caselle. Analogamente, sul lato destro e sotto lo schema, viene indicato lo spread fra 2 e 8. Un valore 0 indicherà che i due valori occupano caselle contigue, in quella riga o colonna.
Ed ecco la soluzione. 

Ed ecco uno schema nuovo, meno complicato del precedente:

 

Questo gioco è stato utilizzato per la prima volta ufficialmente in una gara il 1° aprile 2017, nei Campionati Nazionali di Sudoku, nell’ambito di Play a Modena, ma era stato presentato già alcuni anni prima su Brain Trainer, rivista della famiglia di Focus.