Teatro

Sono da sempre appassionato di teatro, trascinato dal mio amico Osvaldo Mariutto, che è riuscito a convincermi a calcare il palcoscenico tanti anni fa. Con la compagnia amatoriale triestina Il Gabbiano abbiamo allestito tante commedie, una all’anno, che abbiamo poi rappresentato nelle province di Trieste, Gorizia, Udine, Pordenone, Venezia, Vicenza, Verona, Bolzano, e in Croazia e in Slovenia.
Eccomi al mio esordio in Arsenico e vecchi merletti: io sono un vecchio solo che cerca una stanza in affitto, e l’intervento in extremis del nipote riesce a sottrarmi appena in tempo ad un bicchierino di vino di sambuco (e arsenico) che le loro zie stavano per farmi bere, per porre fine ai miei malumori.
Le nostre commedie sono state o lavori originali oppure rielaborazioni e adattamenti di opere famose.
Provo a fare un elenco delle commedie da noi rappresentate: Arsenico e vecchi merletti, Fantasmi, amore e… valeriana, Atto unico di Svevo, Non te li puoi portare appresso da L’eterna illusione, Max, l’arciduca futizà, Quel inesorabile profumo, Wandando, Emozioni de formaio, Mi volessi, ma…, Tuto e gnente, Fiore di cactus, Me racomando, aqua in boca, Fin che coro, no me ciapè da Taxi a due piazze, Ma chi te son? da Amore mio, non ti conosco più, Visavì, Nissun xè perfeto, Il colpo dela strega, Chi tropo maza no copa gnente, Quel penultimo scalin, No xe bel quel che xe bel, ma xe bel quel che…, Tre strani nadai per sei strambi s’ciopai, Se fa, ma no se disi, Co’ xe tropo, xe tropo, Forsi che sì, forsi che no, Luisa e Giulio, Tutinscuro. Ah sì, sono stato anche prestato ad altre due compagnie per due stagioni (per non annoiarmi troppo…).
Nella stagione 2014/15 rappresentiamo la commedia Forsi che sì, forsi che no, scritta e diretta da Riccardo Fortuna. Si esordisce in ottobre al teatro Silvio Pellico di Trieste. Nella stagione 2015/16 invece presentiamo Tutinscuro, una strana commedia, che si svolge quasi tutta al buio, e quindi abbiamo adottato l’idea di rappresentare al buio le scene che si svolgono in realtà in chiaro, e viceversa.

In questi tempi faccio parte della compagnia, ma gli impegni matematici ed enigmistici non mi lasciano troppo tempo libero: in genere faccio il suggeritore durante l’allestimento dello spettacolo e poi durante le rappresentazioni. Una volta mi è successo di dover sostituire un nostro amico ammalato, venendo avvisato solo la sera precedente alla rappresentazione. Quando la compagnia è ben affiatata, si riescono a superare anche questi imprevisti.

E questi siamo noi, nelle ultime commedie:
Ecco cosa succede durante le prove. Siamo in un’aula di una scuola abbandonata.
Qui invece possiamo vedere le prove di una commedia rappresentata nel 2015. Interpreti: Monica Parmegiani, Paolo Dalfovo. Io sono dietro le quinte.

Ecco un altro spezzone.

Ecco un ricordo del nostro caro Osvaldo Mariutto, che troppo presto ci ha lasciati dopo esser stato autore, regista, attore e anima del nostro Gabbiano.

Ed ecco l’attacco di un suo atto unico, già rappresentato a teatro e ora in lettura.

Ed ecco alcune immagini della commedia scritta da Valnea Baso e da me: Quel penultimo scalin.