Click 17 – Non ci sono solo aiuole

  • 30 Luglio 2018

In questi tempi ultramoderni, dove tutto procede a velocità supersonica, occupatevi di giuocare con le parole: prima che muoiate vi aiuterò col mio entusiasmo a dimenticarvi delle aiuole.

Già, dovete dimenticarvi delle aiuole, che, come è successo a me, penso vi siano state presentate alle elementari come l’unica parola della lingua italiana che contiene tutte e cinque le vocali senza ripetizioni.

Anche chiacchierando con insegnanti, mi hanno confermato che a scuola si continua a presentare aiuole come la sola parola con tutte e cinque le vocali, senza ripetizioni. Eppure, con un po’ di pazienza, se ne riescono a trovare parecchie altre. Nella prima frase di questo articolo (vi era sembrata un po’ sconclusionata?) ce ne sono alcune, ma ognuno di noi ne conosce certamente altre. Un’ulteriore curiosità la formano i nomi maschili Eurialo (personaggio dell’Eneide) e Aurelio, entrambe parole con le cinque vocali senza ripetizioni, ed anagramma una dell’altra.

Le cinque vocali si possono elencare in 120 modi diversi: nel rigoroso ordine alfabetico la prima combinazione è AEIOU, la seconda AEIUO e l’ultima UOIEA. In mezzo ci sono AUIEO, UIOEA e tutte le altre combinazioni; con un po’ di coraggio, vi invito a scriverle. Poi si può provare a trovare per ogni combinazione la parola che la contiene: UOIEA ci darà FUSOLIERA, EUIAO ci darà ENTUSIASMO, e così via. Alcune parole ve le ho già date io, sappiate poi che ci sono anche alcuni numeri da inserire nell’elenco (TREMILAUNO, per esempio), e il gioco è fatto. Visto che non ci sono solo AIUOLE?

Archivio blog

  • 2019 (292)
  • 2018 (363)
  • 2017 (275)
  • 2016 (255)
  • 2015 (189)
  • 2014 (147)
  • 2013 (56)
  • 2012 (2)
  • 2007 (2)
  • 2001 (1)
  • 1970 (1)

Altri articoli

Vedi tutti