Click 25 – Lui sì che ha vinto!

  • 29 Agosto 2018

Pochi giorni prima di Papa Francesco, anch’io sono stato a Carpi, e ho incontrato i miei amici Paolo Canova e Diego Rizzuto. Se vi interessano ulteriori notizie su di loro, li trovate in internet oppure fra i miei amici di facebook. Non ho ancora messo in pratica quello che mi hanno ordinato nella dedica del loro libro Fate il nostro gioco, ma ho letto il volume in un paio di giorni, durante i miei spostamenti in treno.

Si parla di gioco d’azzardo, e l’esame sui vari metodi per farci diventare poveri è veramente completo, ed è stato svolto anche fuori dall’Italia, con incontri e chiacchierate con personaggi veramente unici.

Insomma, è ovvio che qualcuno in tutto il mondo abbia vinto qualcosa, o anche qualcosina più di “qualcosa” con il gioco d’azzardo, ma l’elenco impietoso dei due amici sembra non finire mai: in nessuno dei giochi presi in esame vale sperare di poter sconfiggere un croupier, una slot machine o qualsiasi altra cosa pubblicizzata con una frase del tipo “Vuoi vincere facile?”.

Dai, scherzavo: ci sono alcune persone che hanno vinto; per la precisione hanno giocato proprio per vincere, e poi hanno vinto sul serio, ma tutti questi erano matematici o comunque persone che hanno voluto studiare pedantemente il gioco, fino a trovare un baco, e solo allora hanno cominciato a puntare.

Uno di questi è Daniel Corriveau (lo trovate su internet), un canadese all’epoca diciottenne che si era accorto di un baco nel programma, che alla fine riproponeva sempre gli stessi numeri vincenti, e quindi, una volta preso nota degli estratti dei giorni precedenti, era semplice “prevedere” la prossima uscita. Il giovane Daniel ha guadagnato con questo sistema 600.000 dollari canadesi per aver azzeccato in tre estrazioni avvenute a pochi minuti di distanza una dall’altra, 19 numeri dei 20 estratti tra gli 80 in gioco. Daniel ha “organizzato” le sue vincite in modo da far scalpore e diventare famoso. All’inizio aveva attribuito la sua fortuna alla teoria del caos, ed aveva fornito una spiegazione strampalata, ma poi è venuta fuori la verità: ha vinto grazie all’osservazione dei numeri estratti e a un baco nel programma, e ci ha convinto che sperare nella fortuna è una partita persa!

Archivio blog

  • 2019 (292)
  • 2018 (363)
  • 2017 (275)
  • 2016 (255)
  • 2015 (189)
  • 2014 (147)
  • 2013 (56)
  • 2012 (2)
  • 2007 (2)
  • 2001 (1)
  • 1970 (1)

Altri articoli

Vedi tutti