“Prisma” e i Tre Forcellini

  • 13 Ottobre 2019

Nel numero 12 di Prisma, in edicola questo mese, tra i vari articoli ce n’è uno mio coll’intervista che ho realizzato ai Tre Forcellini, giovani abitanti a Padova per motivi di studio che nello scorso mese hanno sostenuto uno scontro fra titani su Rai 1. Ma andiamo con ordine: ormai sono 13 anni che d’estate sulla rete televisiva va in onda il programma Reazione a catena, e ogni giorno due squadre di tre persone si affrontano con giochi di parole, e il gioco più importante è l’Intesa Vincente. In questa fase del programma due concorrenti devono suggerire al terzo la parola che solo loro vedono, e devono farlo ponendo una domanda pronunciando una parola a testa, a turno. Esempio: A) Chi; B) Dipinse; A) Il; B) Cenacolo? C) LEONARDO. Però in questo caso non sappiamo se la risposta richiesta fosse stata LEONARDO oppure LEONARDO DA VINCI: di solito si tratta di una parola sola, ma non è detto, e anche di questo devono tener conto i concorrenti. I tre amici in questa stagione hanno conseguito il record di puntate, il record di parole indovinate in un minuto, il record di importo vinto, e secondo me agivano da matematici, perché le loro frasi sempre ottimizzavano al massimo il tempo. Questi record stagionali hanno permesso ai Tre Forcellini di partecipare allo scontro fra i campionissimi, e sono stati battuti solamente dai Tre di Denari, campioni di qualche anno fa.
È questo il motivo che mi ha spinto ad andare a incontrarli e intervistarli, e vi invito a leggere l’articolo su PRISMA.

 

 

Archivio blog

  • 2019 (315)
  • 2018 (363)
  • 2017 (275)
  • 2016 (255)
  • 2015 (189)
  • 2014 (147)
  • 2013 (56)
  • 2012 (2)
  • 2007 (2)
  • 2001 (1)
  • 1970 (1)

Altri articoli

Vedi tutti