Click 123 – Frasi palindrome

  • 24 Gennaio 2020

Ecco un articolo apparso nel 2019 sul giornale on line Notizie in un click.

Quest’anno non capiteranno date palindrome, ma dobbiamo prepararci a festeggiare il prossimo anno, poiché domenica 2 febbraio si potrà scrivere 02/02/2020, e notiamo che questa data, anche leggendo le cifre dal fondo, rimane la stessa. Quindi con le date può capitare qualche volta di scrivere un numero palindromo; dipende ovviamente dal tipo di scrittura: gli inglesi che scrivono il mese prima del giorno troveranno altre combinazioni, e anche noi stessi quest’anno potevamo festeggiare il nove gennaio scorso se avessimo scritto 9/1/19. Andiamo alla ricerca di altre combinazioni palindrome. Sul nostro contachilometri, se il visore ha cinque cifre, ogni cento chilometri, ci sarà una combinazione palindroma. Ad esempio, sulla mia macchina ora siamo a 53.721 km., ma nell’attuale centinaio di chilometri, capiterà il numero palindromo 53.735, e così fra un centinaio di chilometri avrò 53.835, altro palindromo. Chi ha il visore a sei cifre, si deve accontentare di aver un numero palindromo ogni mille chilometri. Ad esempio, se lo avessi io, col mio 053.721, avrei da poco passato il numero palindromo 053.350.
Peggio va con le parole: è difficile che una parola o una frase sia palindroma, a meno che l’autore non abbia ricercato suoni particolari, in modo da ottenere l’effetto desiderato. Ci sono parecchie parole palindrome corte (ADA, OSSO, RADAR), gli ossi duri sono quelle da sei lettere in su (a memoria ricordo solo ROSSOR, REGGER, ANILINA e ONORARONO). Il gruppo musicale svedese degli ABBA spesso nei suoi dischi scrive la sua prima B come se fosse specchiata, in modo da farci notare la palindromicità del loro nome.
Con le frasi si può fare di meglio: due curiosità conosciute da tanti ragazzi sono: “I TOPI NON AVEVANO NIPOTI” e “O MORDO TUA NUORA, O ARO UN AUTODROMO”. Le frasi, per dir la verità, non sono troppo plausibili, e dubito che qualcuno possa averle pronunciate in un discorso che non si svolga fra amanti dei palindromi. Altre frasi curiose sono: “ELLA VA A VALLE” (detto di una sciatrice), “AVE, EVA!” (forse la prima frase di Adamo alla sua compagna), “MADAM, I’M ADAM!” (la frase con la quale Adamo si è presentato, secondo gli inglesi).
L’enigmista Beppe Varaldo ha composto un elaborato di oltre 5000 caratteri per festeggiare i mondiali di calcio in Spagna. L’incipit è: “Ai lati, a esordir, dama e re, Pertini trepida, tira lieti moccoli, dialoga…”, mentre alla fine leggiamo “mite ilarità di Pertini… tre pere a Madrid, rosea Italia”, e tutto il racconto è un unico palindromo… anche se si fa difficoltà a comprendere qualche passo.
Ma non sono solo gli enigmisti ad essersi interessati ai palindromi: su parecchie epigrafi e graffiti si è trovata la misteriosa frase SATOR AREPO TENET OPERA ROTAS, che è un palindromo. Sembra significhi “il seminatore con il carro ha cura di tener le ruote”, ma ci sono anche tante altre caratteristiche attorno a queste parole.
Io, da parte mia, mi limiterò a salutarvi con un antico grido greco: ALALA’.

Archivio blog

  • 2021 (108)
  • 2020 (366)
  • 2019 (365)
  • 2018 (362)
  • 2017 (275)
  • 2016 (255)
  • 2015 (189)
  • 2014 (147)
  • 2013 (56)
  • 2012 (2)
  • 2007 (2)
  • 2001 (1)
  • 1970 (1)

Altri articoli

Vedi tutti