Click 57 – I gradi di separazione

  • 3 Maggio 2019

In sociologia viene studiata una teoria secondo la quale ogni persona di tutta la Terra può esser collegata a qualunque altra attraverso una catena di conoscenze che coinvolge al massimo cinque intermediari: il nome di questa ipotesi è “sei gradi di separazione”.

Con facebook il numero di intermediari potrebbe scendere, ma… sono vere conoscenze quelle indicate dai social? Ci sono tanti episodi collegati agli esperimenti per confermare o meno questa teoria. Ad esempio nel 1967 uno studioso ha scelto alcune persone e chiese loro di far pervenire un pacchetto ad un estraneo, del quale conoscevano nome completo, zona di residenza e altre informazioni, ma non l’indirizzo. Ognuno doveva spedire il pacchetto a un conoscente, chiedendogli di continuare la catena, fino a che qualcuno non avrebbe fatto la consegna definitiva, poiché conosceva il destinatario finale. E in sei passaggi il pacchetto arrivava a destinazione.

Successivamente un’opera teatrale presentava il problema appena descritto, e la teoria ebbe molta popolarità, anche se si scoprì che poi l’analisi fatta partiva da dati errati, ed era partita da un numero troppo esiguo di esperimenti. Ma ormai l’ipotesi dei sei gradi di separazione aveva preso piede, e dati esatti o esatti, è ormai presa per buona.

Come dicevo, questo è un problema affrontato da sociologi che tentano di dare spiegazioni che poi influiranno sul nostro comportamento.

Tempo fa ho incontrato don Luigi Ciotti, il prete di “Libera”, impegnato contro i soprusi delle mafie.

Ebbene, appena ci siamo incontrati, dopo aver sentito il mio accento triestino, mi ha chiesto se conoscevo don Mario Vatta, e subito, senza aspettare la mia risposta, incalzò con un “Salutamelo!”. Questo suo veloce modo di creare collegamenti, di dare per scontata una riduzione dei gradi di separazione, unito al ruolo che don Ciotti ha nella sua lotta, mi fanno pensare che forse la volontà di creare collegamenti fra le persone, ridurre i gradi di separazione, potrebbe essere un metodo per conoscere più persone e migliorare questo mondo.

Chissà, forse non è vero, ma si può provare, no?

Archivio blog

  • 2021 (294)
  • 2020 (366)
  • 2019 (365)
  • 2018 (362)
  • 2017 (275)
  • 2016 (255)
  • 2015 (189)
  • 2014 (147)
  • 2013 (56)
  • 2012 (2)
  • 2007 (2)
  • 2001 (1)
  • 1970 (1)

Altri articoli

Vedi tutti